L’incontro con il Comitato di Settore e l’ente HR di Fiat Services e Sadi è risultato costruttivo per gli interessanti argomenti trattati.

Dopo aver commentato lo scenario generale aziendale e riaffermato il ruolo di Fiat Services come centro servizi comune nel nuovo contesto FIAT, si sono commentati i risultati della People Satisfaction Survey, che anche quest’anno ha registrato un’elevata percentuale di partecipazione, che si è attestata intorno al 90%. Si è proseguito analizzando i dati del piano formazione finanziato da Fondimpresa, che fino ad oggi ha consuntivato circa 300 partecipazioni, coinvolgendo negli scorsi mesi oltre 200 persone su vari temi di aggiornamento professionale e sui corsi di lingua inglese.

Il Segretario Francesco Scandale è intervenuto chiedendo che tale opportunità, al momento prevista solo per il sito torinese, venga estesa anche alle principali realtà periferiche.
Si è concluso commentando la situazione sindacale generale FIAT e le recenti vicende contrattuali metalmeccaniche, analizzando le implicazioni per la realtà di Fiat Services.

CONDIVIDI