La società Maserati, nella giornata del 14 febbraio ha confermato quali saranno i nuovi programmi di sviluppo e produzione delle auto ibride e elettriche del Tridente.
La Casa modenese ha spiegato, nella nota stampa, che il piano prenderà il via durante l’anno 2020, la prima Maserati elettrificata sarà il modello Ghibli prodotto nel plant di Grugliasco, che sarà lanciato sul mercato con la nuova propulsione ibrida.

Nel corso del 2021 invece inizierà la produzione delle prime vetture completamente elettriche del brand: le nuove Maserati Gran Turismo e Maserati Gran Cabrio.
Queste ultime verranno prodotte nel polo torinese di Mirafiori, dove l’Azienda investirà circa 800 milioni di euro per i due nuovi modelli a zero emissioni.

Il quartier generale di Modena invece sarà dedicato allo sviluppo e alla sperimentazione delle auto in gamma e alla realizzazione della nuova Super Sportiva, che sarà la prima delle nuove vetture del Tridente realizzate a Modena e che verrà svelata quest’anno.
Lo stabilimento di Modena sta già lavorando per aggiornare la linea di produzione anche per ospitare la versione elettrica della nuova sportiva del brand. Il centro della ricerca tecnologica, della progettazione e dello sviluppo di tutte le auto di Maserati resterà nell’Innovation Lab emiliano.

Il marchio Tridente produrrà poi anche un nuovo SUV nello stabilimento di Cassino. Per la costruzione della nuova linea di produzione verranno investiti circa 800 milioni di euro, la realizzazione della linea inizierà a partire dalla fine del primo trimestre di quest’anno e si ipotizza che le prime auto pre-serie usciranno dall’unità produttiva entro il 2021.

Questa notizia è certamente positiva e ci dà la possibilità di affrontare con un po’ più di serenità il futuro del marchio Maserati e soprattutto il futuro occupazionale dei lavoratori nei siti produttivi, che attendevano il superamento del ricorso agli ammortizzatori sociali.

CONDIVIDI