Dal tavolo automotive del Mise a FCA Termoli: il Segretario Generale Giovanni Serra ha incontrato l’azienda, coadiuvato dalla rappresentanza territoriale RSA – formata da Marco Travaglini e Vittorio Cornacchione – accompagnato dal Segretario Nazionale Umberto Damiano.
Durante l’incontro si sono esplicitati e approfonditi i contenuti espressi  nell’intervento al Mise e si è parlato dell’avvento del motore GSE FireFly 1.0 e 1.5 e alle relative evoluzioni del cambio – previsto nell’immediato futuro.

Riteniamo che grazie agli investimenti in corso per la riconversione produttiva al nuovo motore, il plant termolese possa avere le carte in regole per affrontare le prossime sfide che attendono il gruppo e conferma di essere un polo produttivo strategico, pronto a supportare il rinnovo dell’attuale parco veicoli circolanti e a cogliere le nuove opportunità della transizione elettrica e produttiva.

L’attività produttiva dello stabilimento di Termoli è stata avviata nel 1972 e ben presto il sito è diventato un polo industriale di riferimento del molisano: qui sono nati i motori Fire – prodotto in oltre 23 milioni di pezzi -, Multiair e due propulsori per l’Alfa Romeo Giulia.

Punto di forza strategico del plant sono i lavoratori, sia le maestranze che lo staff impiegatizio e i quadri, che sosterranno un piano di crescita efficace.

CONDIVIDI