FCA realizzerà a Torino un centro di assemblaggio delle batterie. Lo ha comunicato in settimana il dott. Pietro Gorlier, responsabile Emea di FCA precisando che il nuovo “Battery Hub” – questo il nome del progetto che prenderà il via nel comprensorio di Mirafiori nella prima parte del 2020 – permetterà di aggiungere un nuovo tassello nella strategia di e-mobility sul fronte dei servizi legati all’elettrificazione.

Nello stabilimento torinese verrà creato un vero e proprio centro di assemblaggio batterie in un fabbricato dedicato, con potenziale espandibilità per progetti futuri. Verranno utilizzate le tecnologie più all’avanguardia con processi modulari e flessibili, anche con l’utilizzo di robot collaborativi in simbiosi con gli operatori.

Nel nuovo “Battery Hub” ci sarà anche un’area in cui saranno organizzate continue attività di formazione oltre che un processo pilota utile in fase di prototipazione e sperimentazione.
A quanto riferisce l’Azienda il nuovo centro di assemblaggio avrà anche la funzione di centro tecnologicamente avanzato, con test elettronici per il controllo di qualità dei componenti più strategici che saranno forniti dai maggiori produttori leader nella mobilità elettrica.

In questa prima fase l’investimento previsto sarà di circa 50 milioni di euro.
Per AQCF-R questo annuncio rappresenta una conferma positiva verso la via dell’elettrificazione nonostante l’attuale fase di contrazione del mercato automobilistico.

CONDIVIDI