Nell’incontro tenutosi oggi a Roma, FCA e CNHI hanno reso noti i risultati del premio annuo di efficienza di stabilimento, che anche quest’anno beneficerà della tassazione agevolata del 10% prevista per il salario variabile e sarà pagato a fine febbraio, sulla base dei risultati conseguiti nel corso del 2019 in tema di recuperi di efficienza e di implementazione del WCM.

La media ponderata dei premi pagati in FCA, pur differenti per livello e per stabilimento, è di circa 1.350 euro, più alta quindi dei circa 1.250 euro dell’anno scorso. Tutti gli stabilimenti del gruppo hanno risultati sostanzialmente stabili o in aumento, con Teksid e Comau in forte crescita e PCMA di Napoli che finalmente ha accesso al premio.

La media ponderata dei premi in CNHI ammonterà a circa 900 euro, in netto aumento rispetto ai circa 750 euro dell’anno scorso. Quasi tutti gli stabilimenti sono in crescita, con l’eccezione purtroppo di Brescia CV e di Pregnana, che non hanno avuto accesso al premio.
I valori in complessivo aumento rispecchiano sia le buone performance degli stabilimenti sia le novità concordate nell’ultimo rinnovo del CCSL.

CONDIVIDI