A seguito dell’avvio del Contratto di solidarietà sottoscritto il 30 agosto e applicato a partire dal 26 settembre per una parte dei lavoratori di Mirafiori Plant, oggi le organizzazioni sindacali territoriali firmatarie del CCSL e il Comitato Esecutivo delle RSA del polo produttivo Torino, hanno incontrato l’Azienda per fare il punto della situazione.

Anche per effetto del buon andamento degli ordini del suv Maserati Levante e l’inserimento di una nuova unità di logistica adibita principalmente allo spacchettamento imballaggi è stato possibile ridurre ulteriormente di 342 unità il numero di colleghi coinvolti nel contratto di solidarietà – si è passati così da 2369 a 2027 lavoratori. Il numero degli esuberi temporanei dichiarati nel Contratto di solidarietà scende da 1303 a 1014, facendo diminuire la quota di lavoratori coinvolti nella riduzione di solidarietà dal 55 al 50 per cento.

AQCF, come organizzazione sindacale firmataria del Ccsl e del Contratto di solidarietà esprime soddisfazione per questa notizia, che dimostra la bontà degli accordi firmati e difesi con convinzione fin dalla notte del referendum tenutosi oltre cinque anni fa, salvando il posto di lavoro a migliaia di persone di Mirafiori Plant.