I termini per la presentazione a FASIF dei documenti attestanti il carico fiscale e per l’eventuale esclusione dei familiari non fiscalmente a carico sono prorogati al 14 febbraio 2020.

Nei mesi di gennaio e febbraio non sarà pertanto effettuata la trattenuta del contributo per i familiari, che sarà addebitata con gli arretrati dal mese di marzo.

Suggeriamo pertanto, alle colleghe e ai colleghi che hanno:

  • famigliari fiscalmente a carico iscritti al nucleo famigliare FASIF (coniuge, unito civilmente, convivente)
  • figli fiscalmente a carico, che sono divenuti maggiorenni nel corso dell’anno

ove ancora non avessero provveduto a farlo, di effettuare la comunicazione al FASIF, unita alla copia dell’ultima Certificazione Unica (CU) oppure alla copia della prima pagina dell’ultimo modello 730/UNICO attestante il carico famigliare.

Ciò per permettere al FASIF di gestire in modo corretto i relativi addebiti contributivi.
Ricordiamo a tale proposito che, a partire dal 1 gennaio (con addebito degli arretrati dal mese di marzo 2020):

  1. La contribuzione a carico del lavoratore sarà ridotta a 40 euro/anno per gli AC1 e a 120 euro/anno per gli AC2.
  2. La contribuzione per i figli minori resterà invariata.
  3. La contribuzione per i famigliari maggiorenni fiscalmente a carico passerà a 72 euro/anno.
  4. La contribuzione per i famigliari maggiorenni non fiscalmente a carico passerà a 186 euro/anno

I documenti potranno essere inviati in scansione ai seguenti indirizzi di posta elettronica:

  • per AC1 (operai, impiegati): fasif-ac1-operai-impiegati@fcagroup.com
  • per AC2 (professional): fasif-ac2-professional@fcagroup.com

Per ogni ulteriore dettaglio o informazione sono a disposizione dei colleghi le RSA dell’AQCF-R.

 

CONDIVIDI