A seguito delle numerose richieste di informazioni pervenute da colleghe e colleghi sulle chiusure previste a fine anno, per quanto riguarda le ferie, ricordiamo che il CCSL FIAT prevede, in modo analogo a quanto già previsto da tutti i CCNL Metalmeccanici, incluso quello attualmente in vigore, che le ferie siano a carattere collettivo, quindi appannaggio dell’Azienda. Anche se in passato è accaduto che non tutti i giorni di chiusura previsti a contratto siano stati utilizzati dall’Azienda, è prassi consolidata degli ultimi anni consumare sempre tutte le chiusure previste a contratto.

Invitiamo tutte le lavoratrici e i lavoratori delle Strutture Centrali FCA-Italy a prestare sempre la massima attenzione nella pianificazione delle proprie ferie o permessi aziendali retribuiti (PAR) al fine di evitare di dover coprire eventuali eccedenze di giorni utilizzati con permesso non retribuito.

Carenza di copertura per le chiusure: considerato il ritardo nella decisione delle chiusure e le richieste di pianificazione di smaltimento delle spettanze dell’anno, fatte da alcuni responsabili, abbiamo chiesto all’azienda e ottenuto nell’accordo sindacale sottoscritto, che ai dipendenti in carenza di istituti per la copertura delle chiusure collettive di fine anno fosse data possibilità di essere comandati al lavoro dal proprio responsabile, al fine di non perdere reddito a causa del permesso non retribuito. Solo su richiesta volontaria dei singoli, l’azienda potrà dare corso alla trattenuta per assenza non retribuita.

Copertura di venerdì 22 dicembre 2017: per i colleghi assunti prima del 31.12.1998 che maturano quindi 30 giorni di ferie all’anno con base settimanale di sei giorni lavorativi, abbiamo richiesto all’Azienda la possibilità di interrompere la sequenza venerdì-lunedì per le giornate di chiusura 22 e 27 dicembre. L’Azienda ha acconsentito alla possibilità di inserire volontariamente un PAR per la copertura della giornata di chiusura di venerdì 22 dicembre.

Calendarizzazione chiusure inizio 2018: per venire incontro alle esigenze familiari dei lavoratori, abbiamo richiesto all’azienda di pianificare al più presto le chiusure dell’anno 2018 (al di là delle specifiche contrattuali che prevedono che l’accordo per le chiusure estive avvenga di norma entro il 30 aprile). Il prossimo anno avremo infatti un calendario decisamente più favorevole rispetto all’anno in corso e sarebbe opportuno poter sfruttare tutte le possibilità offerte dalla disponibilità di un maggiore numero di ponti.

Invitiamo le colleghe e i colleghi a segnalare alle RSA dell’AQCF-R eventuali criticità e problemi.

CONDIVIDI